sciopero trasporti pubblici localiLa settimana entrante si presenta come una settimana difficile per il trasporto pubblico locale, per la raffica di scioperi che colpiranno Torino il 21 febbraio, Roma il 23 febbraio e Genova il 25 febbraio. 

pensione minima per chi ha un reddito insufficienteIl trattamento minimo, o pensione minima, è il trattamento pensionistico riconosciuto a coloro i quali, sulla base del calcolo dei contributi versati, otterrebbero una pensione inferiore ad un livello fissato dalla legge che è considerato il "minimo vitale", e il cui importo varia ogni anno, tenendo conto dell'indice Istat.

21 febbraio scioperano tutti i mezzi a torinoLunedì  21 febbraio 2011 sarà un giorno di scioperi che coinvolgerà il settore trasporti pubblico a Torino (metropolitana, autobus e treni), lo sciopero del personale della divisione passeggeri di trenitalia in Lombardia, ed inoltre inizierà lo sciopero che si concluderà il 22 marzo (durata di un mese) per le prestazioni straordinarie del servizio recapiti di Poste Italiane (verranno garantite solo le prestazioni ordinarie, e per i Cobas ciò creerà disagi e ritardi nei recapiti per l'insufficienza di personale).

foto lavoroSecondo un piccolo un piccolo studio svolto dalla Cgia, l'Associazione artigiani e piccole imprese di Mestre, solo il 25% degli occupati è iscritto ad un fondo pensione.

lo sciopero dei trasporti pubblici in toscana è stato dimezzatoLo sciopero dei trasporti pubblici su gomma del 18 febbraio per la regione Toscana di 4 ore, è stato sospeso da parte delle organizzazioni sindacali regionali di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Cobas Lavoro Privato, mentre rimane confermato lo sciopero regionale di 4 ore proclamato dalle Organizzazioni Sindacali Faisa-Cisal e Ugl, quindi si potrà avere una situazione di disagio per chi usa i mezzi pubblici, ma non di quasi paralisi come poteva accadere alla vigilia, prima che venisse raggiunto l'accordo con la Regione. 

sciopero trasporti pubblici locali toscanaLo sciopero del 18 febbraio, del trasporto pubblico locale, che metterà in difficoltà il trasporto su strada della Toscana (secondo fasce orarie diverse a seconda delle varie province) è stato proclamato da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa, Ugl ed attraverso il segretario di Fit-Cisl Toscana, Stefano Boni, fanno sapere le motivazioni dello sciopero toscano : “Lo sciopero è inevitabile.