prada ha scelto hong kong per la quotazioneEra attesa per questa settimana la decisione del Cda di Prada S.p.a, per la quotazione e per il mercato in cui fare la Ipo, e alla fine il responso è arrivato puntuale.

Infatti l'Amministratore Delegato di Prada  Patrizio Bertelli, ha dato comunicazione che la quotazione ci sarà e avverrà sul listino di Hong Kong.

Altra decisione del Cda è stata la scelta dei coordinatori dell'offerta globale, che saranno Banca Imi (gruppo Intesa SanPaolo), UniCredit, Clsa (gruppo Credit Agricole) e Goldman Sachs, i quali agiranno anche in qualità di joint book runner per il collocamento istituzionale.

A convincere Prada a mettersi in gioco sul mercato di Hong Kong, anzichè su Piazza Affari, è stata la notevole crescita che la Cina in primis, seguita dall'area asiatica fanno registrare, e che al momento non trova validi concorrenti, oltre alla posizione strategica che Hong Kong occupa anche a livello territoriale.

Spiegazione chiara che emerge dalle parole del  presidente del listino asiatico, Ronald Joseph Arculli, "Hong Kong e' nel cuore dell'Asia: questo e' un vantaggio su Milano, Londra, New York" .

 

Ronald Joseph Arculli ha anche  ricordato che le valutazioni delle societa'  quotate sulla piazza cinese sono "sopra la media di altri mercati".

Infatti persone vicine alla famiglia Bertelli-Prada, avevano già precedentemente anticipato che in caso di quotazione il valore della società Prada su Piazza Affari sarebbe stato intorno ai 5,6 milialrdi di euro, mentre sulla piazza di Hong Kong il valore sale a circa 7,5 miliardi di euro.

 

Cristina Iadeluca

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.